martedì 15 novembre 2011

Se la Prestigiacomo si è sentita umiliata, si immagini cosa hanno dovuto sopportare gli italiani in tema di umiliazione..

Pare che per la Prestigiacomo sabato sia stata una giornata orrenda. Non solo, orrenda e umiliante.Precisamente pare abbia detto: "Non mi sono mai sentito tanto umiliata in vita mia. Tutta quella gente vociante, gli insulti, le monetine, gli oggetti di ogni tipo. Siamo dovuti uscire di nascosto, raggomitolati nelle macchine."Come cittadina italiana e come donna, non posso essere d'accordo con l'ex ministro.Capisco il suo dispiacere per l'epilogo (dal suo punto di vista, si intende) della vicenda, ma non posso tollerare che dica che sabato è stato il giorno in cui si è sentita più umiliata. Umiliata??? Ma si rende conto? Con lo spettacolo dato dall'ex Premier e dalla sua corte, dopo aver sancito che Ruby era la nipote di Mubarak,dopo la Minetti e l'uso delle donne e del corpo femminile, dopo le dita medie, gli insulti, le parolacce, l'irrisione continua alla Costituzione, alle regole della vita civile, la Prestigiacomo si sente così umiliata proprio sabato sera?E basta con questa storia ridicola della festicciola popolare, abbiamo dovuto ingoiare così tanti rospi che un pò di cori, trenini e spumante, li abbiamo ampiamente meritati. La signora Prestigiacomo rifletta su quanto umiliante  sia stato per tanti di noi essere ridicolizzati da Nord a Sud, da Est a Ovest, praticamente dall'intero Pianeta, e quanta umiliazione aggiunta ci sia stata nell'essere donna in questo  Paese grazie al governo da lei sostenuto.P.S. Ha anche aggiunto che sono persone perbene e che non hanno nulla di cui vergognarsi....Contenta e convinta lei... 

10 commenti:

  1. una volta si diceva che l'Italia è la culla della democrazia e se è vero che la principale espressione della democrazia è la libera manifestazione del pensiero perchè i cittadini non possono essere liberi di manifestare il proprio disappunto nei confronti di una coalizione al governo che l'intera comunità internazionale ha reputato incapace a risolvere un momento di estrema fragilità e delicatezza e ciononostante rimaneva, con tutti i suoi membri, saldamente ancorata alla poltrona ????

    RispondiElimina
  2. INFATTI CARO DANNY, CONDIVIDO IN PIENO.Grazie per essere passato.Ciaoooo.

    RispondiElimina
  3. il ministero dell'ambiente da lei diretto è stata l'ultima ruota del carro del governo berlusconi (anzi, senza ruota...). non si è posta qualche domanda la prestigiacomo?

    RispondiElimina
  4. @Linea Gotica cARO AMICO, CHE DIRE, NON SI GUARDANO MAI ALLO SPECCHIO, SONO SENZA VERGOGNA.

    RispondiElimina
  5. L'Italia E stata umiliata dal 2008. Anno dell'arrivo del nano di Arcore a Montecitorio. Berlusconi è sconfitto ma il berlusconismo no.

    RispondiElimina
  6. Certi personaggi si sentono umiliati soltanto con la disapprovazione altrui... e non anche con la disapprovazione della propria coscienza...
    Un saluto! Ciao!

    RispondiElimina
  7. La Prestigiacomo avrebbe dovuto sentirsi umiliata ogni qualvolta il suo capo ed i suoi camerati bocciavano le leggi da lei proposte! Ed invece di mettersi a piangere in quelle occasioni, si sarebbe dovuta dimettersi. Ma forse quelle non le considerava umiliazioni!

    RispondiElimina
  8. Ti ho linkato Compagna. Bel blog.

    RispondiElimina
  9. ha dimenticato i suoi stessi piagnistei di alcuni mesi fa

    RispondiElimina